Dettagli Recensione

 
Spiaggia del Lazzaretto di Alghero
Spiagge di Alghero
Voto medio 
 
4.8
Mare 
 
5.0
Spiaggia 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Piccola baia dai colori incredibili

Alghero, Porto Conte, Riviera del Corallo: un tratto di costa dal mare incantevole.
Una volta, al Lazzaretto ci si veniva perchè la conoscevano in pochi, per l'assenza di meduse visto che l'acqua era molto fredda anche in piena estate, e per stare in un contesto che paesaggisticamente sembrava un quadro.
Oggi le cose sono un po' cambiate, è diventata famosa e ad agosto è impossibile trovare un buco per l'asciugamano. L'unica cosa rimasta uguale è la strada che ti ci porta: disconnessa era, e disconnessa è rimasta.
La spiaggia principale, quella che ci si trova davanti dopo il parcheggio, è la più frequentata, ha lo stabilimento, due bar e un ristorante. E' tutta di sabbia soffice e sarà lunga circa 400 metri. Ma il meglio sono le circa dieci calette che si susseguono oltre l'arenile principale.
Consiglio di mettersi lì col proprio ombrellone e godere non solo di un po' di tranquillità, ma anche della bellezza della natura e dei suoi profumi.
Già all'arrivo comunque non è male, dopo aver parcheggiato si passa in mezzo ad una macchia mediterranea profumata da morire.
Il mare ha sempre colori stupendi e la trasparenza dell'acqua lo rende simile ad una piscina.
A ridosso degli scogli ci sono ancora molti pesci, consiglio quindi di fare il bagno con la maschera.

Si può passare la giornata spendendo tanto, oppure poco:
- il parcheggio principale costa 1 euro all'ora. In alternativa si può lasciare la macchina lungo la strada, o verso destra, lontano dall'ingresso principale. In agosto, se si arriva dopo le 10.00, credo sia impossibile trovare un buco.
- tutto è a pagamento, anche le docce.
- Il bar e il ristorante hanno prezzi nella media di Alghero direi, mentre ombrellone e lettini costano in alta stagione 30 euro al giorno. Per la spiaggia libera, consiglio come detto le calette dopo la spiaggia centrale.

A rendere il paesaggio unico è sicuramente la natura di per sè, anche se i resti del vecchio lazzaretto, che si vedono alle spalle della spiaggia, e la torre che domina tutta la baia, sono abbastanza suggestivi.
Ad ogni modo qui si viene per i colori incredibili del mare e la sua trasparenza, per le rocce arenarie che affiorano dalle acque, per la facilità di accesso al mare, per il profumo della vegetazione, dei mirti e dei lentischi, ed anche direi per la sabbia, soffice e finissima.
Un angolo di paradiso a neanche 40 minuti di bicicletta da Alghero (volendo ci sono anche gli autobus - oltre alla propria auto ovviamente), da apprezzare, se si può, assolutamente in bassa stagione.
Solo un appunto: con quello che si pagano i servizi presenti, la spiaggia andrebbe tenuta e pulita 100 volte meglio.

Trovi utile questa opinione? 

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSpiagge