Dettagli Recensione

 
Spiaggia di San Pietro in Bevagna
Spiagge di Manduria
Voto medio 
 
3.3
Mare 
 
5.0
Spiaggia 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Luci ed ombre del Salento

Ho trascorso 10 giorni circa dello scorso mese di agosto a San Pietro in Bevagna, dove il mare nulla ha da invidiare alle più blasonate località della stessa Puglia, ma anche della Sardegna e Toscana.
Pur tuttavia, con profondo rammarico, devo considerare che l'amministrazione competente nulla fa, o comunque molto poco, per sfruttare al meglio questa risorsa e dare un'accoglienza diversa ai numerosi turisti che affollano le spiagge di questa piccola località balneare.
Infatti a San Pietro, a parte godersi l'incantevole mare fino al pomeriggio ed una passeggiata in serata, non è possibile fare altro ed è evidente che gli avventori di questa località optino per una vacanza all'insegna del solo mare, sole e tranquillità. Ciò che trovo sia assolutamente deplorevole, invece, è che a San Pietro in Bevagna nel XXI secolo non sia prevista la raccolta differenziata. Ovvero, persone che normalmente in tutto l'anno sono abituate a dividere il vetro dalla plastica, dalla carta, dalla latta ecc... quando soggiornano a San Pietro devono violare il loro senso civico e gettare tutto in un unico bidone.
Quale biglietto da visita per i numerosi turisti anche stranieri???
La prossima estate conto di tornarci e di fare una diversa recensione.

Trovi utile questa opinione? 

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
Per Ordine 
 
Inviato da ruggiero eupremio
03 Ottobre, 2012
Cara Angela, mi chiamo Eupremio e sono un Pugliese che vive ad Azzano decimo in provincia di Pordenone. Vivo qui da 25 anni e di sicuro non avrai letto il mio commento. Comunque ripeto a te quello che ho scritto: gli enti locali pubblici o privati non hanno nessun interesse a far progredire i posti balneari o turistici, perchè gli sta a cuore, molto a cuore, l'ambiente in cui vivono; e non ci sono le raccolte differenziate perchè i soldi che dovrebbero arrivare per costruire gli inceneritori se li mangiano i politici, prima ancora di pensare a fare qualcosa per il sud. Comunque qualcosa si sta muovendo in questo senso. Sei mai andata a Lignano sabbiadoro, a Caorle, Bibione? Sono localita' turistiche del nord con servizi e tutto quello che puoi desiderare, posti auto a pagamento in cui devi farti 3 km. a piedi per andare in spiaggia e, quando ci arrivi, ti fanno pagare l'ombrellone come oro per starci una giornata. Per non parlare del mare nei pressi dei porti di Marghera e Trieste, dove le navi scaricano di tutto in mare e rischi di beccarti qualcosa perchè, essendo chiuso, non ci sono sfoghi e la melma rimane li. Il fondo del mare nel salento si vede anche se vai al largo a 200 mt., qui dopo 5 mt. non vedi piu' dove metti i piedi. Allora io dico: è meglio avere una casa chiusa ma in ordine, o una casa affittata e rotta?
In risposta ad un earlier comment

Inviato da Kikka
21 Mag, 2014
Ciao, penso che purtroppo si ignori una cosa fondamentale: tutte le persone che vengono qui, siano o no del posto, inevitabilmente SPORCANO!!!! Sporcano con le cicche affogate nella sabbia, con le carte di panini, con i cani sulla spiaggia ecc. ecc. Impossibile che non sporchino, ergo le autorità locali devono svegliarsi... se c'è qualcuno.. bah.. le spiagge vanno pulite spesso, più contenitori e più grandi, con differenziata!!! Se veramente volessero preservare il mare e la natura si darebbero da fare, perchè avere servizi non significa distruggere la naturalezza di un luogo...
2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSpiagge