Spiaggia Bacucco di Ariano nel Polesine

Spiaggia Bacucco di Ariano nel Polesine

 
3.5 (1)
Aggiungi foto
Scrivi Recensione
Spiaggia Bacucco di Ariano nel Polesine.jpg
Tipo di spiaggia
Sabbiosa
Provincia
La Spiaggia di Bacucco si trova all'interno del comune di Ariano nel Polesine, incastonata all'estremità sud del Parco Regionale Veneto del Delta del Po, alle bocche del Po di Goro e di Gnocca. Si tratta di una bella spiaggia di soffice sabbia dorata, suggestiva e dal fascino selvaggio, accresciuto dalla lagune e canneti che la circondano, habitat umido di una ricca fauna locale. Tra la rigogliosa vegetazione che fa da cornice alla spiaggia si erge il Faro del Bacucco, che rende il paesaggio ancora più suggestivo. Il mare è molto bello, azzurro, limpido e con fondali sabbiosi e digradanti, ideale per nuotare e fare il bagno. Per raggiungere la spiaggia si deve intraprendere la strada per Porto Tolle e, a Cà Vendramin, prendere la strada parallela al Po di Gnocca sino a Gorino Sullam. Superato il paese, si deve proseguire fino all'argine del fiume, a Punta Bacucco.

Recensione Utenti

1 recensioni

Voto medio 
 
3.5
Mare 
 
3.0  (1)
Spiaggia 
 
5.0  (1)
Pulizia 
 
4.0  (1)
Servizi 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Mare
Spiaggia
Pulizia
Servizi
Commenti
Potrai caricare i contenuti multimediali dopo aver inviato la tua recensione.
Voto medio 
 
3.5
Mare 
 
3.0
Spiaggia 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Natura, afa, pace, relax

Un lungo arenile tra canneti e splendida flora (e fauna) endemica che ho conosciuto nell'autunno di 3 anni fa, durante una bellissima escursione in barca. Mai avrei pensato poi di tornarci d'estate per godermi sole e relax.
Consiglio la spiaggia e tutta questa zona in qualsiasi stagione, ma secondo me a fine primavera e inizio autunno è il top! Come me, magari in tanti conoscono il Bacucco per qualche escursione sul delta del Po. Beh, andateci anche d'estate, merita. Inoltre, anche se sembra impossibile, zanzare zero.
Volendo ci si può arrivare anche in bicicletta, consiglio magari di partire da Goro all'altezza del Museo di Cà Vendramin (la più grande idrovora della pianura padana). Non si può sbagliare, si arriva diritti alla Punta, dove vedrete un ristorante/ trattoria (si mangia benissimo, consideratelo un valore aggiunto alla giornata). Poi volendo si può anche continuare fino alla Sacca degli Scardovari.
Se fate mare, ovviamente portatevi tutto il necessario, in primis l'ombrellone. In estate fa davvero tanto caldo, o meglio, qui c'è tanta afa ("stofego") perchè è area umida, mentre in autunno l'afa lascia il posto alle nebbie.
Uno charme tutto suo il Bacucco... una spiaggia che consiglio a chi ama natura, pace, relax ed un buon libro.
Tutto l'estuario del delta del Po ha comunque un fascino unico, proprio da pianura padana compresa tra i rami di un fiume ed affacciata sul mare.

Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSpiagge