Spiaggia Foce Simeto di Catania

Spiaggia Foce Simeto di Catania

 
3.0 (1)
8765   1  
Aggiungi foto
Scrivi Recensione
Spiaggia Foce Simeto di Catania.jpg
Tipo di spiaggia
Sabbiosa
Provincia
La Spiaggia Foce Simeto di Catania si sviluppa completamente all'interno della Riserva Naturale Oasi del Simeto, raggiungibile facilmente tramite la SS114 da Augusta in direzione Catania, seguendo le indicazioni per l'Oasi, ben visibili prima di entrare in città, ove si lascia l'auto e si prosegue a piedi lungo una stradina che costeggia gli argini del fiume. Si tratta di un'ampia spiaggia fluviale bianca, lunga e sabbiosa, che si estende a nord e a sud della foce del Simeto. Un ampio tratto di spiaggia è interdetto alla balneazione per la presenza di gravi fenomeni di inquinamento, in quanto vi sfocia la fogna di Catania, e per esigenze di tutela ambientale. L'area che circonda la spiaggia è molto interessante dal punto di vista naturalistico per la presenza di stagni con una ricca avifauna. L'area è purtroppo occupata anche da numerosi insediamenti abusivi.

Mappa

Alterna origine/destinazione

Recensione Utenti

1 recensioni

Voto medio 
 
3.0
Mare 
 
2.0  (1)
Spiaggia 
 
5.0  (1)
Pulizia 
 
4.0  (1)
Servizi 
 
1.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Mare
Spiaggia
Pulizia
Servizi
Commenti
Potrai caricare i contenuti multimediali dopo aver inviato la tua recensione.
Voto medio 
 
3.0
Mare 
 
2.0
Spiaggia 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

I paradossi siculi

La spiaggia, l'Oasi, sono stupende. La location meravigliosa, tanto gli spazi sono sconfinati e la natura domina ovunque, perchè per fortuna è protetta dalla Riserva.
L'atmosfera è meravigliosamente selvaggia, poi quando soffia il vento che si sente solo il rumore dell'erba alta e del mare... e magari qualche grido di uccello, viene la pelledoca.
Ciliegina sulla torta: pochissimi esseri umani ed una vista (che dire splendida è farle disonore) sul vulcano Etna.
Ci sono stato proprio un paio di settimane fa: l'Etna era innevato, quindi immaginate che contrasto col resto del paesaggio. Cannocchiale per scorgere i tanti tipi di uccelli che bazzicano da queste parti, ogni tanto un saluto a qualche bikers (a proposito, veniteci in mountain bike, ci sono i sentieri, è davvero molto bello) e a qualche signore col cane. Insomma: consiglio il Simeto per godere di un po' di solitudine e tornare a casa ritemprati.
Sì, lo consiglio, MA NON IN ESTATE!!!
Ehh già, un arenile del genere, vastissimo, lungo e tutto di chiara sabbia fluviale, bagnato da un mare orridamente inquinato. Perchè QUI si è deciso di far defluire le fogne cittadine in una riserva naturale. Mi sembra giusto!!!
Non so cosa dire.. cioè se a questo punto è meglio così, oppure se è preferibile a tutto ciò, un mare non inquinato ma frequentato ogni estate da decine di migliaia di turisti..

Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSpiagge